Progetti


 U R G E N Z E – PROGETTO 1

Volete fare un bel gesto di generosità nella vostra vita ? …lasciare un bel ricordo di voi…??

Finanziateci la costruzione di una scuola in Madagascar nella foresta nord-ovest ad Antsoha in quanto circa 200 bambini non possono andare a scuola perchè non c’è…!

Costo del terreno + costruzione edificio in muratura per contenere classi con 90-100 bambini dai 6 anni ai 14 anni + tetto rinforzato contro la devastazione dei cicloni.

Totale opera finita euro 18.000.

Nel costo indicato sono compresi i banchi scolastici, le panche, i bagni ed un piccolo magazzino come ripostiglio.

Per informazioni e dettagli Giovanni Paolo Pellegrinelli tel 345 2225838

 

 

 



U R G E N Z E – PROGETTO 2

Euro 40: Donazione mensile ad un bimbo in cui sono inclusi tre pasti al giorno, l’alloggio in una struttura protetta e l’insegnamento scolastico giornaliero. Ad ogni donazione mensile in offerta una conchiglia rara Cypreae Bouche Noire.

 

 



U R G E N Z E – PROGETTO 3

Euro 20 è il costo di ogni sacco di riso prima scelta da 50Kg co cui si sfama un nucleo famigliare con 15-18 bambini… per circa tre settimane. Per cui ogni vostra donazione diventa un gesto molto importante soprattutto nel periodo delle siccità o in casi di forti piogge o cicloni che distruggono ogni raccolto perchè la vostra generosità diviene molto importante per la loro sopravvivenza.

 


Per donazioni clicca qui


Abbiamo iniziato nell’anno 2014

Nella fase di elaborazione del lutto capisco di AIUTARE I BAMBINI CHE SONO VIVI A RESTARE VIVI… Quindi con l’aiuto di altri 3 amici italiani iniziamo a costruire una prima stanza in prisme 5 metri per 5 del DISPENSARIO e qui con l’assistenza di un infermiera di Dakar che rimane si da l’assistenza gratuita alle giovani mamme a partorire in sicurezza… Inoltre a più famiglie con figli numerosi viene consegnato un sacco di riso da 50 Kg al mese.

 

 

Anno 2015

Abbiamo un’idea… Si acquisisce un terreno vicino alla foresta di 50.000 mq e con una condizione microclimatica ideale. Quindi lo consegnamo ad una quarantina di agricoltori ad una condizione: lavorano gratuitamente effettuando una rotazione di varie coltivazioni in modo da avere ad ogni mese un raccolto (qui qualsiasi cosa che pianti dopo 3 mesi viene a maturazione) di cui la metà viene trattenuta dalla quarantina di operai che lavorano il campo mentre l’altra metà dev’essere distribuita GRATUITAMENTE a tutte le famiglie numerose di agricoltori che sono in difficoltà (o senza capofamiglia).

 

 

Anno 2016

Il Senegal ha principalmente tre risorse: turismo, agricoltura e pesca. L’Oceano Atlantico è un mare pescosissimo ma per alcuni che non hanno soldi per l’attrezzatura da pesca diventa un problema. Una seconda idea geniale è stata quella di far costruire una piroga di 12 metri con la capacità di carico di 6-7 quintali di pesce e consegnarla a 8 pescatori che ogni notte lavorano in mare. Anche qui il mattino quando rientrano all’alba il 50% per cento viene trattenuto da loro per la loro fatica mentre il rimanente 50% viene consegnato GRATUITAMENTE alle famiglie di pescatori in grave necessità.

 

 

 

Anno 2017

I bambini di strada… sono tanti… tanti e per la maggior parte il loro destino è a rischio in quanto carenze di alimentazione, gravi rischi di contrarre malattie fanno si che l’incidenza della mortalità infantile è altissima. Cosa abbiamo fatto? Due cubi uniti 5m per 5 chiamato EDIFICIO SCOLASTICO e qui dalle 9 del mattino fino alle 5 permangono una ottantina di bambini da 6 ai 12 anni con due insegnanti a rotazione per dare un principio di insegnamento scolastico. E’ fondamentale assicurare loro il pasto perchè per molti è l’unico pasto della giornata, consistente in RISO con legumi o con pesce e raramente carne di capra o pecora.

 

 

 

Anno 2018

… ascoltando quattro amici americani peacepeaker parlando di bambini del Madagascar mi invitavano ad Antananarivo, la capitale, per intervenire su una realtà tragica e assai grave per centinaia di bambini che vivono nei TUNNELS per fare accattonaggio. Questo Paese da circa 10 anni ha in atto un esodo dalle campagne verso le città e soprattutto verso la capitale ma la maggior parte diventa vittima della criminalità. Dove le famiglie (quasi sempre madri sole con numerosi figli) terminati i soldi, l’accattonaggio diviene l’unica possibilità per sopravvivere… qui per accogliere i sostentamenti vanno nei tunnels dove l’inquinamento è mortale… il rumore è tamente assordante che, parlando con una struttura medica, risulta che dopo i tre anni di permanenza le conseguenze sul cervello sono irreversibili dando manifestazioni di instabilità psicologica quindi è un FUTURO COMPROMESSO IRREVERSIBILMENTE.

… Nostra idea è assicurare loro una quota associativa per mantenimento in strutture, per la maggior parte missionarie, offrendo loro cibo… alloggio e l’istruzione scolastica.

 

 

Ogni anno in Madagascar ci sono focolai di peste che miete centinaia di vittime. I vettori di questa terribile malattia sono cani randagi e soprattutto i ratti che sono a milioni a causa di cattive condizioni di igiene ambientale. Contro i ratti si fa molto poco (non importa niente a nessuno che esistano) ma con le migliaia di cani randagi si può fare molto.

Nostro progetto è di acquisire un’area nei dintorni della capitale ANTANANARIVO con il proposito di fornire pasti e un’assistenza sanitaria ad ogni cane perchè la maggior parte si trova in condizioni sanitarie indescrivibili. Siamo convinti che con una maggior gestione della migliaia di cani randagi la peste polmonare possa essere contenuta in misura considerevole.

 

 


Per donazioni clicca qui